#duomomilano

120.084K Posts

2 hours ago

Una bella foto del 1889 del Gugliotto Omodeo o Amadeo, dal nome del suo scultore, Giovanni Antonio Amadeo. È il più antico gugliotto del Duomo, eretto sullo spigolo di nord-est tra il 1507 e il 1518, una delle guglie collocate esattamente in corrispondenza dei quattro piloni del tiburio Questo elemento rientrava nel più ampio schema generale comprendente la guglia maggiore, predisposto dal grande architetto pavese. Egli seppe realizzare un elegantissimo esempio di arte decorativa, tra i più interessanti e pregevoli del tetto del Duomo: in una concezione architettonica ancora legata alla sopravvivenza del gusto gotico, egli predispose una ricca decorazione floreale, scultorea e architettonica di gusto rinascimentale. Di notevole bellezza è poi la duplice transenna: un ponticello che unisce il gruppo del gugliotto alle sordine del tiburio, nel quale si trova una sapiente distribuzione di statuaria e bassorilievi dedicati ai temi dell’Incarnazione e dell’Eucaristia. Tra il 1965 e il 1966 il gugliotto dell’Amadeo fu oggetto di un importante intervento di restauro eseguito sotto l’attenta direzione dell’ing. Carlo Ferrari da Passano. La struttura presentava vistose rotture ed evidenti dissesti, tanto da risultare completamente inagibile. Una delle principali cause delle condizioni critiche in cui riversava era l’inconsistenza del materiale utilizzato per la realizzazione delle fondazioni. Esse furono dunque rinforzate con opportuna opera in cemento armato, subito dopo aver adottato alcuni provvedimenti relativi alla cuspide terminale. In ultimo, l’inserimento di un’armatura invisibile in acciaio inox consentì di rinsaldare maggiormente la struttura. #duomo #duomomilano #duomodimilano #milano #visconti #history #architecture #architettura #art #architectureporn #archilovers #italia #italy #milanodavedere #milano🇮🇹 #milanocity #cathedral #gothic

2 hours ago

Un mattone recante l'anno 1386, rinvenuto intorno al 1880, nell'area del Caposanto, nella zona absidale del Duomo. Tradizionalmente si assume che i lavori di ricostruzione dell'antica cattedrale di S. Maria Maggiore siano stati avviati proprio in quel 1386. Così dice la tradizione (una tardiva lapidina ritrovata nel camposanto), così testimonia la bolla dell'arcivescovo Antonio da Saluzzo del 12 ottobre 1386, così infine conferma il cosiddetto "foglio L" dell'archivio della Veneranda fabbrica, che registra le entrate e le uscite dal 23 maggio 1386 al 31 dicembre 1388. Tutto concorda quindi per fissare proprio in quell'anno la partenza di un'impresa tra le più colossali per gigantismo di scala e drenaggio di risorse del tardo medioevo, destinata a protrarsi per oltre quattro secoli. Grade merito va dato a Gian Galeazzo Visconti, che volle innalzare un tempio alla Vergine Maria a ringraziamento dell'impresa di aver eliminato il temibile zio Bernabò, ponendo egli stesso la prima pietra. Volle un'opera senza precedenti che divenisse espressione dell'intera città, che legò insieme, nella sua realizzazione anche più generazioni di milanesi. Parteciparono tutti: il duca stesso con la donazione nel 1387 della cava di marmo di Condoglia, i ricchi con mezzi finanziari, il popolo con donazioni o trasportando legname e pietre. Per il progetto originario, a pianta quadrata e a 5 navate, fu chiamato nel 1387, un architetto tedesco, certo Anechino o un membro della sua cerchia. #duomo #duomomilano #duomodimilano #milano #visconti #history #architecture #architettura #art #architectureporn #archilovers #italia #italy #milanodavedere #milano🇮🇹 #milanocity #cathedral #gothic